Eppur si frigge! Dal 26 giugno al 4 luglio, ad Ascoli Piceno, la diciassettesima edizione di fritto misto

Dopo mesi terribili trascorsi tra paura e isolamento, abbiamo voglia di tornare a vivere insieme. Fritto Misto è uno dei primi eventi che si svolgeranno in presenza e dunque un’occasione per tornare a vivere un po’ di normalità. La diciassettesima edizione dell’evento che celebra il fritto, una delle tradizioni più sfiziose della cucina italiana, torna nel Centro Storico di Ascoli Piceno dal 26 giugno al 4 luglio, con un claim tutto nuovo: Eppur si…frigge!

Ovviamente in tutta sicurezza per il pubblico, nel pieno rispetto delle normative antiCovid che ci accompagneranno ancora per qualche mese.

Il Palafritto sarà, come è ormai tradizione da quindici anni a questa parte, il punto di attrazione più importante, dove cuochi e friggitori lavoreranno per regalare al pubblico emozioni con le loro creazioni. A Fritto Misto saranno protagonisti i grandi fritti della tradizione italiana: le Olive ascolane del Piceno Dop, i gustosi Cremini, gli Arancini, i Cannoli e le Panelle direttamente dalla Sicilia, terra che custodisce una millenaria tradizione gastronomica, lo Gnocco Fritto modenese farcito col prosciutto, il Timpano di maccheroni alla Napoletana, il Baccalà e i Supplì, veri e propri must della tradizione romana, i Panzerotti Pugliesi. Senza dimenticare la frittura di paranza, una tradizione Marinara del Piceno, senza glutine, visto che Fritto Misto è stato il primo grande evento a riservare uno spazio alle fritture prive di glutine.

Ancora una volta Fritto Misto si pone al grande pubblico come evento interamente etico, eliminando la presenza di plastica e utilizzando per il servizio di cibo e acqua contenitori compostabili da smaltire nell’umido. Proprio a questo concetto etico e sostenibile si lega la novità più significativa della prossima edizione di Fritto Misto: l’area Recibo. Realizzato in collaborazione con l’omonima associazione, sarà uno spazio caratterizzate da iniziative volte a limitare lo spreco del cibo e il recupero delle materie prime in scadenza. Recibo è una nuovissima realtà associativa che si è data come obiettivo appunto la lotta allo spreco alimentare in tutte le sue forme. Per questa area specifica è prevista la presenza di diversi importanti chef che realizzeranno ricette con materie prime in eccedenza o in scadenza.

Partner storico dell’evento saranno la Regione Marche che attraverso l’Assessorato all’Agricoltura, allestirà uno stand informativo su tutte le opportunità offerte dal Piano di Sviluppo Rurale, il Comune di Ascoli Piceno, la Vinea di Offida che presenterà il progetto di filiera Piceno Open, realizzato con l’obiettivo di promuovere i prodotti a marchio e la produzione biologica del Piceno, il Consorzio di Tutela dei Vini Piceni. Tra gli sponsor privati Olitalia con il suo olio per fritture Frienn, un olio altoleico arricchito da estratti di rosmarino, la Meletti di Ascoli Piceno produttrice della storica Anisetta, Adriatica Oli, azienda che opera nel settore del recupero dell’olio esausto.