• Fritto Misto all'Italiana · Home Page

    Comunicato Stampa di Consuntivo

    SI CHIUDE CON OLTRE 45MILA PRESENZE L’EDIZIONE 2011 DI FRITTO MISTO

    Nel 2012 la manifestazione durerà una settimana, dal 25 Aprile al 1° Maggio

    Un’edizione caratterizzata dal tempo instabile, quella di Fritto Misto che si è appena conclusa, ma che ha visto comunque una presenza di pubblico notevole.

    Avrebbero potuto essere di più i visitatori se il meteo fosse stato più clemente –ha precisato Stefano Greco di Tuber communications- ma il maltempo non ha fermato i turisti, provenienti dalle Marche e dalle regioni limitrofe che, soprattutto nella giornata di domenica 1° Maggio non si sono lasciati scoraggiare e sono arrivati ad Ascoli in più di 45mila.

    Fritto Misto si è confermato un appuntamento di grande attrazione – ha ribadito il Sindaco di Ascoli Guido Castelli Un evento unico che anche il Ministro Meloni, in visita alla città di Ascoli, ha apprezzato sottolineandone la valenza. Un evento per gli ascolani e per i numerosi turisti che è stato affiancato quest’anno dall’edizione di CeramicAscoli e dalla decisione dell’amministrazione comunale di dare libertà ai commercianti di tenere aperte le proprie attività nel giorno del 1° maggio. Una sinergia che è stata strumento di marketing del territorio e di promozione dei suoi prodotti a partire dall’Oliva tenera ascolana al vino. che occasioni come Fritto Misto fanno conoscere ad un pubblico sempre più vasto.”

    I numeri, del resto, parlano chiaro…

    [continua in press area]

     

    In Diretta da Ascoli!

    >> Domenica 1 Maggio
    >> Sabato 30 Aprile
    >> Venerdì 29 Aprile
    >> Giovedì 28 Aprile
    >> Aspettando Fritto Misto

     

    L’olio è caldo, Fritto Misto vi aspetta!

    Tanto olio di oliva che non deve superare la temperatura di 180°, pezzi piuttosto piccoli, impanatura sufficiente a proteggere l’alimento interno creando la gustosa crosticina, non aspettare molto tempo per mangiarlo. Sono queste le regole minime che tutti dovrebbero rispettare, a prescindere se si è in casa o al ristorante, per ottenere una frittura sana e a regola d’arte. Ne aggiungiamo un’altra che potrebbe sembrare scontata, ma che vale la pena sottolineare: mai riutilizzare l’olio di frittura. Poche, semplici regole alle quali si ispira Fritto Misto fin dalla prima edizione per poter offrire alle decine di migliaia di golosi che ogni anno affollano il Palafritto autentiche perle della tradizione gastronomica italiana e internazionale, preparate  con materie prime di qualità.

    Il fritto da sempre ricopre un ruolo di primo piano nella cultura gastronomica di ogni Paese, assumendo di volta in volta caratteristiche diverse. Lo ritroviamo nella sua veste popolare di cibo di strada pronto a soddisfare la voglia improvvisa dei passanti. Ma lo ritroviamo anche nella preparazione di grandi e complessi piatti che vanno apprezzati e gustati più lentamente.

    Il buon fritto di strada è la risposta italiana di qualità al fast food e soprattutto la dimostrazione che una preparazione veloce può essere anche buona. Come ogni anno il Palafritto saprà sorprendervi! Nella grande cucina appositamente allestita si mescoleranno i profumi dei fritti di pesce, di carne, vegetali e dolci. Un grande viaggio nelle cucine d’Italia e del Mondo con le olive ascolane del Piceno (solo a Fritto Misto potrete gustare la vera Dop), la frittura di paranza, gli arancini, i panzerotti, le tipiche frisceu liguri, i krapfen alla marmellata di albicocche dell’Alto Adige, il vero carciofo alla giudia, i panzerotti pugliesi e tante altre golosità.

    Insomma, l’olio è caldo, possiamo andare di fritto!